GIMETAL
 
Italiano
English version
Deutsch Version
Version Française
Versión Española
Guida alla configurazione della pala
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Guida alla configurazione della pala

 

LA SOSTENIBILE LEGGEREZZA DEL PIZZAIOLO
E CRITERI DI SCELTA


Le pale GI.METAL sono state studiate per risultare il prolungamento del braccio del pizzaiolo.

PALE SU MISURA

La varietà di materiali e di misure disponibili, le alternative nella forma delle teste, nel
sistema di aggancio della testa al manico e nella tipologia piena o asolata del piatto pala,
consentono a ciascuno di profilare la pala a propria misura.

INFORNARE O SFORNARE?

> Le pale pensate per prelevare la pizza dal banco di lavoro per depositarla in forno devono avere forme e misure per alloggiare diverse varianti di pizza e lunghezze idonee a diversi spazi di lavoro: una pala troppo lunga diventerebbe ingombrante, una troppo corta non permetterebbe la corretta gestione del forno.
   
> I palettini GI.METAL risultano agili e precisi da maneggiare: servono a girare la pizza all’interno del forno, a sollevare il fondo per verificarne la cottura e a prelevarla una volta cotta, quindi rigida. Le dimensioni individuate da GI.METAL garantiscono la giusta superficie di appoggio.

RETTANGOLARE O ROTONDA?

La pala per infornare GI METAL è costruita come alloggio sicuro e preciso per la pizza e
consente una presa in carico facile e sicura.

> La pala rettangolare è una scelta sicura e tradizionale, presenta una maggiore superficie di contatto con la pizza e l’invito, per la presa in carico della pizza, fresato sul solo lato frontale.
   
> La pala rotonda presenta un invito ampliato con fresatura dolce e regolare su ampia estensione della curvatura e consente al pizzaiolo di prendere la pizza in carico anche in posizione laterale, non soltanto frontale.
Questa pala è realizzata da GI.METAL in modo da aumentare l’efficienza del forno:
mancando gli spigoli della pala rettangolare, è possibile avvicinare maggiormente le pizze nel forno garantendone la corretta movimentazione e caricandone in maggiore quantità.
Richiama, per forma, la pizza e si rivela duttile e sicura in tutte le versioni GI.METAL.

I TRE RIVETTI: SICUREZZA E RESISTENZA

Le pale ad alta prestazione si contraddistinguono per l’innovativa giunzione tra testa e
manico con tre rivetti in linea, studiati per assicurare la massima resistenza, superiore ad
ogni altra giunzione (si pensi alle carlinghe degli aerei tutte rivettate).

> Il prolungamento rostrato del manico al di sotto della pala garantisce ulteriore stabilità.
   
> I manici in alluminio sono alleggeriti e rinforzati con una particolare lavorazione che innerva longitudinalmente il manico così come risulta visibile nella zigrinatura interna.
   
> La testa, in alluminio o acciaio, è irrobustita dalle particolare pieghe e nervature adottate lateralmente e al centro.

ASOLATURA: I FORI CHE AGEVOLANO LO SCARICO DELLA FARINA

Per prima GI.METAL ha studiato e realizzato dei fori sulle lamine di pale, palette e palettini
che per numero, forma e tipologia di fresatura hanno una quadrupla valenza.

> Garantire la massima scorrevolezza: minore superficie significa minore attrito (la fresatura dei fori è tale che anche la pasta più molle non possa incespicare) e conseguentemente si potrà utilizzare meno farina per diminuire l’attrito del fondo pizza.
   
> Diminuire il peso (forare la lamina significa alleggerirla).
   
> Scaricare l’eventuale farina rimasta sotto la pizza nella fase di spolvero, lasciando il forno pulito.
   
> Diminuire la frequenza di spazzolatura ed evitare che eventuale farina rimasta attaccata sul fondo si bruci conferendole un sapore amaro.
Criteri di scelta
Le Linee nei livelli d'uso
  ALTA PRESTAZIONE
 
Gha
 
Carbon
 
Azzurra
  STANDARD/PROFESSIONALE
 
Alice
 
Aurora
  UTILIZZO MODERATO
 
Amica
 
 
 
 
 
 
     
     
Copyright 2013 GI-METAL srl - P.Iva 01888690979 - Privacy www.gimetal.it - inform@gimetal.it
powered by Macrolab